CODICE ETICO DELL'ALLEVATORE DI CANI

PREMESSA
L’ allevamento e la selezione del cane è associato a responsabilità di tipo etico che richiedono una gestione seria e onesta. Pertanto è fatto obbligo agli iscritti al Registro degli allevatori del libro genealogico del cane di razza di rispettare il seguente regolamento.
CONDIZIONI DI ALLEVAMENTO
1.  Mantenere i propri cani nelle migliori condizioni di benessere e salute, con adeguate cure, pulizia, igiene, esercizio fisico e contatto con le persone.
2.  Rispettare la normativa vigente sul benessere degli animali.
SELEZIONE
3.  Impegnarsi ad approfondire le conoscenze sulla razza, sul suo standard morfologico, sulle problematiche sanitarie e sulle caratteristiche comportamentali e funzionali, in modo da interpretare correttamente gli obiettivi di selezione.
4.  Selezionare con l’obiettivo di migliorare la qualità della razza, secondo quanto previsto dallo standard di razza ufficiale (FCI).
5.  Non agire come prestanome per la registrazione al libro genealogico di riproduttori o di cucciolate.
6.  Osservare la normativa e i regolamenti dell’ENCI e delle associazioni da esso riconosciute.
7.  Far riprodurre solo cani iscritti al libro genealogico italiano o a libri esteri riconosciuti dalla Federazione Cinologica Internazionale.
8.  Non vendere cani non iscritti al libro genealogico.
9.  Far riprodurre cani sani, cioè privi di malattie manifeste o impedimenti a una corretta funzionalità o portatori di patologie ereditarie rilevate.
10.  Rendere accessibili gli esiti diagnostici di patologie ereditarie prima dell’accoppiamento, ai proprietari dello stallone o della fattrice del quale o a favore della quale viene richiesta la prestazione di monta.
11.  Non accoppiare femmine troppo giovani, non prima del secondo calore, o troppo anziane. Dopo i sette anni di età è opportuno ottenere un certificato veterinario di idoneità alla riproduzione.
12.  Per le razze in cui sono richiesti test comportamentali, rendere accessibili gli esiti delle valutazioni prima dell’accoppiamento.
13.  Rilevare e registrare in modo accurato i dati di allevamento.

RIPRODUZIONE
14.  Nell’allevamento impiegare solo soggetti che possono riprodursi in modo naturale. Evitare l’impiego della inseminazione artificiale (I.A.) per quei soggetti non in grado di accoppiarsi naturalmente.
15.  Evitare di far riprodurre cani con reazioni comportamentali deviate come paura esagerata o aggressività.
16.  E’ opportuno che una fattrice, a salvaguardia del suo benessere, non abbia più di cinque cucciolate nella sua vita.
PUBBLICITA’ E COMMERCIO
17.  Non essere dedito ad abituale commercio di cani da lui non allevati.
18.  Fornire informazioni veritiere e complete sui cani del proprio allevamento.
19.  Fare pubblicità del proprio allevamento e dei propri cani in modo onesto, e veritiero.
20.  Non offrire cani a vendite per corrispondenza o come premio in competizioni o lotterie.
21.  Non consegnare cuccioli prima dei 60 giorni di vita.
22.  Assicurarsi che l’acquirente si renda conto della responsabilità di detenere un cane e sia conscio delle caratteristiche morfologiche e comportamentali della razza.
23.  Informare preferibilmente per iscritto l’acquirente sulla genealogia, sull’alimentazione avuta, i trattamenti antiparassitari e immunizzanti effettuati, e fornire indicazioni e consigli per una corretta socializzazione.

Sottoscrivo il codice etico dell'allevatore di cani.

Alessandra Rinaldi

codice etico dell'allevatorestandard di razza spitzscegli la razza giusta per tei cani dell'estmalattie informiamoci!metodologia di svolgimento expo enciantiparassitari consigliatifasi di muta dello spitzvideo spitzzampine









LA RAZZA GIUSTA PER TE


Scegliere di portare un cucciolo in famiglia no non è una decisione da prendere con leggerezza; si tratta di un impegno che durerà per molti anni e che non va sottovalutato.
Pensa a lungo termine. Il tuo cucciolo diventerà un cane adulto che richiederà anni di affetto, nutrimento, cura ed un minimo di educazione.
Sei preparato a tutto questo? Se lo sei, bene!
Avrai in cambio uno dei più grandi compagni di vita.
Una volta presa la decisione , individua la razza per te appropriata. Questa scelta va ponderata considerando una serie di fattori tra cui lo stile di vita, la casa, i dintorni, gli orari di lavoro, la famiglia esistente, altri animali, il budget disponibile, etc. Sul nostro sito troverai importanti informazioni sulla storia delle razze e sul loro carattere.
La scelta dell'allevatore
L'allevatore ha una grande influenza sul benessere del tuo futuro cucciolo, quindi preparati a fare alcune domande che ti aiuteranno a prendere una decisione consapevole.
I genitori
Dovresti poter incontrare la madre (e possibilmente il padre).
Oltre all'aspetto fisico, chiedi e valuta il loro temperamento.
Informati sull'età, le cucciolate procreate dal padre e quelle a cui la madre ha dato luce.
Entrambi i genitori sono sani? Si tratta di un dato importante soprattutto se ci sono rischi associati alla razza.
La cucciolata
Chiedi il tipo di socializzazione in cui sono stati coinvolti i cuccioli fino ad oggi.
Informati sulle modalità e il tipo di alimentazione e chiedi consiglio su come comportarti dopo lo svezzamento. Chiedi poi all'allevatore su cosa si basano i suoi consigli.
Scopri se esiste un piano vaccinale e di sverminazione.
Scelta del cucciolo
Di fronte ad un gruppo di cuccioli che gareggiano per richiamare l'attenzione scegliere il compagno di una vita non è semplice. Occorre però fare una scelta ragionata.
La scelta di un cane è un atto di forte portata emotiva. Tuttavia, scegli con la testa e con il cuore quando guarderai la cucciolata
Maschio o femmina?
Per restringere il campo decidi il sesso prima di vedere i cuccioli.
Temperamento e carattere
Esprimi la tua opinione in anticipo, per garantire che la razza da te scelta sia adatta a te e al tuo stile di vita.
Cuccioli diversi mostrano comportamenti diversi (vivaci, testardi, giocosi), ma ricorda che l'educazione del tuo cucciolo avrà una influenza fondamentale sul futuro.
Caratteristiche fisiche
Accertati che il tuo potenziale cucciolo sia sano e vivace.


PRIMO SVILUPPO
Periodo della consapevolezza (3 - 4 settimane di vita)
Inizia a mangiare senza succhiare e può darsi che la madre inizi a scoraggiarlo dal cercare il latte. In questo momento delicato è possibile che l'allevatore inizi ad offrirgli dell'alimento per introdurlo all'alimentazione di cibi solidi.
A questo punto è essenziale che il cucciolo possa muoversi in un ambiente familiare e stabile per sviluppare le proprie capacità sensoriali.
Socializzazione iniziale (4 – 8 settimane di vita)
Maggiore è la varietà di esperienze positive vissute dal cucciolo prima che raggiunga le 8 settimane di vita, migliore sarà il suo modo di affrontare la vita quotidiana nella sua nuova casa e nell'età adulta.
L'allevatore è consapevole e per questo lo aiuta crescere abituandolo al contatto umano.
Per prepararlo a una vita senza la madre, il cucciolo dovrà essere diventato autosufficiente nel bere e nel mangiare.
Il contatto umano è necessario per una buona cura dei denti, la toelettatura e l'assistenza generale per cui è necessario che il cucciolo ci si abitui sin da piccolissimo.


BENVENUTO A CASA
COME PREPARSI ALL'ARRIVO DEL CUCCIOLO.
Come rendere la casa a prova di cucciolo
Prima di portare il tuo nuovo cucciolo a casa per la prima volta, è importante preparare un ambiente adatto e sicuro perché si possa abituare alla sua nuova vita.
Ecco alcuni suggerimenti:
Riporre tutte le sostanza chimiche e detergenti lontano dalla portata del cucciolo.
Limitare l'accesso a piante pericolose, come le stelle di natale, azalee, rododendri, diaffenbachie, tassi del Giappone, oleandri o edera.
Tenere gli oggetti fragili lontano dalla sua porata.
Nascondere o coprire i cavi elettrici onde evitare che li mastichi.
Togliere dal pavimento giocattoli dei bambini onde evitare che il cucciolo ingerisca i componenti più piccoli.
Utilizzare una recinzione nel caso di balconi alti e coperture nel caso di vasche e piscine.
Il cucciolo è curioso per natura.
Proteggi le sue esplorazioni garantendo che gli oggetti inappropriati e dannosi siano lontani dalla sua portata.
Il viaggio verso casa
Porta con te un telo di spugna. Strofinalo sulla mamma e sugli altri cuccioli per portare con te a casa un po' del loro odore e facilitare l'integrazione del cucciolo nel nuovo ambiente.
Il cucciolo deve viaggiare verso casa a stomaco vuoto per evitare che la macchinalo disturbi in modo che non vivendo una brutta esperienza in macchina, la seconda colta che salirà in macchina, magari per andare dal veterinario non ne soffra.
Dormire e mangiare
Scegli con cura il posto in cui il tuo cane dormirà, Se lasci che sia lui a sceglierlo e non sei daccordo sarà difficile poi fargli cambiare idea.
Crea un angolo dove possa par riferimento al cibo, acqua, bisogni e sonno.
Gli oggetti indispensabili
Alimentazione di alta qualità e bilanciata almeno per i primi 4 – 5 – 6 – mesi
Ciotole per acqua e mangiare possibilmente in acciaio, oppure oppia ciotola acqua e mangiare
Shampoo (non antiparassitario) a secco per i primi mesi, pio neutro adatto ai cuccioli ed al suo pelo, spazzola e pettine per cani
Prodotti per la pulizia.
Trasportino per portarlo dal veterinario
Collare in nylon e guinzaglio (suggeriamo sempre una pettorina)
La scelta del nome
In nome deve essere corto: un nome con due sillabe è preferibile purché non somigli a “no” oppure “giù”.
Tutti i componenti della famiglia devono usare lo stesso nome per evitare di confonderlo.



LA SCELTA DELL'ALIMENTO
La gamma di alimenti che puoi usare e vastissima.
I negozi specializzati possono fornire consigli sull'alimentazione disinteressati ed esperti in base all'età, taglia ed eventuali predisposizioni particolari del cane.
Cerca la qualità controllando che l'alimento contenga proteine animali come il pollo o altri tipi di carne, cereali integrali e fibre ed evita sempre coloranti, aromi e conservanti artificiali.
Usa un solo tipo di alimento una formulazione completa e bilanciata sono tutto ciò di cui il cane necessita. Eventuali problemi allo stomaco non saranno dovuti all'alimentazione ma piuttosto a qualcosa raccolta.
Gli alimenti di qualità ad un prezzo conveniente segnano e 3 segni della salute e della felicità del tuo cucciolo:
pelo splendente;
denti puliti;
feci solide;
massa muscolare magra;
attività e dinamicità;
cane felice;
Quanti pasti?
A seconda della taglia, i pasti quotidiani devono essere 3 fino all'età di 6 mesi. Dopo riduci il numero a due al giorno, acqua sempre a disposizione, e segui le quantità riportate nella confezione in base al peso del tuo cane.
Un cucciolo in sovrappeso diventerà un cane adulto in sovrappeso.
Non cambiare alimento al tuo cucciolo nei primi giorni del suo arrivo nella nuova casa per evitare inutili stress (utilizza lo stesso alimento che usa l'allevatore per svezzarlo)
Nel passare da un alimento ad un altro, inizia con l'introdurre gradualmente nuove formulazioni in un periodo di 4 giorni.
Un cucciolo è in perfetta forma quando il punto vita è visibile, ed il rientro addominale è poco pronunciato.
No punto vita sottile, no punto vita visibile ma non evidente, no punto vita non visibile.
DIVENTARE UN CANE ADULTO
Il momento in cui il cucciolo diventa adulto varia in base alla sua taglia, i cani di piccola taglia posso raggiungere la maturità completa a soli 9 mesi.
E' importante passare ad un alimentazione equilibrata per la sua età.
ADDESTRAMENTO
I primi giorni, ameno che non ci abbia pensato il tuo allevatore, sono i più importanti per insegnare al tuo cucciolo dove fare i bisogni.
Dopo ogni pasto o dopo aver masticato a lungo un giocattolo.
Dopo aver bevuto dell'acqua.
Quando si sveglia anche se da un breve sonnellino.
Se ti accorgi che annusa punti della casa o gira intorno a se stesso.
Questi sono i momenti in cui il cucciolo va subito portato sul giornale o sulla traversa igienica.
E ricordati di premiarlo quando fa ciò che cerchi di insegnargli.
Non arrabbiarti se il cucciolo sporca in casa, non spaventarlo ne intimorirlo, abbi pazienza.
A 3 mesi il cucciolo inizia a rispondere al suo nome.
SEDUTO: Tieni in mano una piccola ricompensa, mettila vicino al suo naso (non lasciare che te la porti via), alzala ai suoi occhi per fargli sollevare il naso. Il suo corpo acquisterà naturalmente la posizione seduta.
Appena si siede, premiarlo, lodalo e usa il comando verbale “seduto”.
SDRAIATO: Tieni la ricompensa davanti al suo naso muovendola lentamente verso terra davanti alle sue zampe anteriori. Ciò lo incoraggerà a sdraiarsi.
Appena si sdraia, premialo, lodalo e usa il comando verbale “giù” o “sdraiato”.
COMPORTAMENTI RIBELLI
Con un po' di addestramento il tuo cucciolo riconoscerà il suo nome e risponderà ai comandi base ma non dimenticare che in fase di sviluppo con i cambiamenti ormonali, potrà sembrare che si ribelli un po' o si dimentichi ciò che ha imparato in precedenza.
In questo periodo:
Non insegnare nuovi comandi.
Rimani calmo e paziente, rinforzando i comandi che ha appreso fin'ora.
Preparati ad ignorare il cucciolo per un breve periodo fino a che non impara a comportarsi bene.
IL GUINZAGLIO
Abituare il cucciolo a camminare al guinzaglio è molto semplice:
Metti delle ricompense nella ciotola e allontanala di qualche metro in modo che possa raggiungerla camminando insieme a te al guinzaglio. Aumenta sempre più la distanza della ciotola. Non tirare il guinzaglio poiché il cucciolo potrebbe prenderla come una cosa brutta e si farebbe trascinare.