CODICE ETICO DELL'ALLEVATORE DI CANI

PREMESSA
L’ allevamento e la selezione del cane è associato a responsabilità di tipo etico che richiedono una gestione seria e onesta. Pertanto è fatto obbligo agli iscritti al Registro degli allevatori del libro genealogico del cane di razza di rispettare il seguente regolamento.
CONDIZIONI DI ALLEVAMENTO
1.  Mantenere i propri cani nelle migliori condizioni di benessere e salute, con adeguate cure, pulizia, igiene, esercizio fisico e contatto con le persone.
2.  Rispettare la normativa vigente sul benessere degli animali.
SELEZIONE
3.  Impegnarsi ad approfondire le conoscenze sulla razza, sul suo standard morfologico, sulle problematiche sanitarie e sulle caratteristiche comportamentali e funzionali, in modo da interpretare correttamente gli obiettivi di selezione.
4.  Selezionare con l’obiettivo di migliorare la qualità della razza, secondo quanto previsto dallo standard di razza ufficiale (FCI).
5.  Non agire come prestanome per la registrazione al libro genealogico di riproduttori o di cucciolate.
6.  Osservare la normativa e i regolamenti dell’ENCI e delle associazioni da esso riconosciute.
7.  Far riprodurre solo cani iscritti al libro genealogico italiano o a libri esteri riconosciuti dalla Federazione Cinologica Internazionale.
8.  Non vendere cani non iscritti al libro genealogico.
9.  Far riprodurre cani sani, cioè privi di malattie manifeste o impedimenti a una corretta funzionalità o portatori di patologie ereditarie rilevate.
10.  Rendere accessibili gli esiti diagnostici di patologie ereditarie prima dell’accoppiamento, ai proprietari dello stallone o della fattrice del quale o a favore della quale viene richiesta la prestazione di monta.
11.  Non accoppiare femmine troppo giovani, non prima del secondo calore, o troppo anziane. Dopo i sette anni di età è opportuno ottenere un certificato veterinario di idoneità alla riproduzione.
12.  Per le razze in cui sono richiesti test comportamentali, rendere accessibili gli esiti delle valutazioni prima dell’accoppiamento.
13.  Rilevare e registrare in modo accurato i dati di allevamento.

RIPRODUZIONE
14.  Nell’allevamento impiegare solo soggetti che possono riprodursi in modo naturale. Evitare l’impiego della inseminazione artificiale (I.A.) per quei soggetti non in grado di accoppiarsi naturalmente.
15.  Evitare di far riprodurre cani con reazioni comportamentali deviate come paura esagerata o aggressività.
16.  E’ opportuno che una fattrice, a salvaguardia del suo benessere, non abbia più di cinque cucciolate nella sua vita.
PUBBLICITA’ E COMMERCIO
17.  Non essere dedito ad abituale commercio di cani da lui non allevati.
18.  Fornire informazioni veritiere e complete sui cani del proprio allevamento.
19.  Fare pubblicità del proprio allevamento e dei propri cani in modo onesto, e veritiero.
20.  Non offrire cani a vendite per corrispondenza o come premio in competizioni o lotterie.
21.  Non consegnare cuccioli prima dei 60 giorni di vita.
22.  Assicurarsi che l’acquirente si renda conto della responsabilità di detenere un cane e sia conscio delle caratteristiche morfologiche e comportamentali della razza.
23.  Informare preferibilmente per iscritto l’acquirente sulla genealogia, sull’alimentazione avuta, i trattamenti antiparassitari e immunizzanti effettuati, e fornire indicazioni e consigli per una corretta socializzazione.

Sottoscrivo il codice etico dell'allevatore di cani.

Alessandra Rinaldi

codice etico dell'allevatorestandard di razza spitzscegli la razza giusta per tei cani dell'estmalattie informiamoci!metodologia di svolgimento expo enciantiparassitari consigliatifasi di muta dello spitzvideo spitzzampine









SVOLGIMENTO EXPO' E.N.C.I.


Come si svolgono le esposizioni riconosciute E.N.C.I.
Le esposizioni sono manifestazioni cinotecniche che hanno come oggetto la bellezza e la conformazione esteriore del cane.
Per partecipare alle esposizioni ufficiali ENCI (ente nazionale cinofilia Italiana) i cani in questione devono essere iscritti al ROI (registro origini Italiano)
TIPOLOGIE ESPOSIZIONI DI BELLEZZA:
ESPOSIZIONI REGIONALI: non viene rilasciato alcun titolo ai fini dei campionati;
ESPOSIZIONI NAZIONALI: i giudici specialisti possono rilasciare i titoli validi ai fini del Campionato Italiano di bellezza (CAC certificato di attitudine al campionato);
ESPOSIZIONI INTERNAZIONALI: i giudici specialisti possono rilasciare i titoli validi al Campionato Internazionale (CACIB certificato di attitudine al campionato internazionale di bellezza);
RADUNI O MOSTRE SPECIALI: vengono organizzate dalle società specializzate;
CLASSI:
-    BABY presente solo nei raduni per i cani dai 3 ai 6 mesi, non assegna alcun titolo ai fini del campionato, usualmente viene eletto il miglior baby.
-   JUNIORES aperta ai cani dai 6 ai 9 mesi di vita, come nella classe baby non sono assegnati titoli ai fini del campionato, in molte esposizioni è presente il BIS (best in show) juniores dove come nei BIS (best in show) per adulti viene eletto il miglior juniores tra le varie razze.
-   GIOVANI per i cani dai 9 ai 18 mesi non sono assegnati titoli ai fini dei campionati, si concorre però per il BOB (best of group), il migliore di razza.
INTERMEDIA aperta ai cani dai 15 mesi ai 24 si concorre per il BOB, CAC e CACIB
LIBERA aperta per i cani dai 15 mesi in poi,
PRIVATA presente solo nelle esposizioni nazionali e nei raduni, aperta per quei soggetti dai 15 mesi in su che sono di proprietà di privati, è quindi chiusa agli allevatori titolari di affisso, si concorre per il BOB.
LAVORO aperta per quei cani di almeno 15 mesi di età che hanno superato la prova di lavoro si concorre per il CAC, CACIB e BOB.
CAMPIONI è obbligatoria per tutti quei cani già Campioni Italiani già omologati dall’ENCI. È facoltativa l’iscrizione in questa classe per i cani campioni esteri o internazionali. Si concorre per i CACIB e il BOB
-  VETERANI facoltativa per i soggetti dagli 8 anni di età si cconcorre per il BOB
-  FUORI CONCORSO per quei cani per cui vi è interesse solo di un giudizio, non si concorre per nulla, ma si può partecipare al gruppo di allevamento.

VALUTAZIONI:

ECCELLENTE (ECC) à Attribuita ad un soggetto che si avvicini il più possibile allo standard ideale della razza, presentato in condizioni perfette, che realizzi un insieme armonioso ed equilibrato, che abbia classe ed una brillante andatura. Dovrà imporsi per grandi qualità che gli faranno perdonare eventuali piccole imperfezioni e dovrà possedere caratteristiche del sesso a cui appartiene.
MOLTO BUONO (MB) à Attribuita al soggetto perfettamente in tipo, equilibrato nelle sue proporzioni,  in buone condizioni fisiche . Tollerato qualche difetto veniale, ma non morfologico. Questa qualifica non può premiare che un cane di qualità
BUONO (B) à Attribuita a quel soggetto che possiede le caratteristiche tipiche della razza pur accusando dei difetti, a condizione che siano però redibitori.
SUFFICIENTE (S) à Attribuita a quel soggetto che appartiene alla razza in modo sufficiente, senza qualità particolari o in condizioni non ottimali.
INSUFFICIENTE (INS) à Attribuita a quel soggetto che non corrisponde al tipo richiesto dallo standard della razza, con un comportamento contrario allo standard o aggressivo, anomalia testicolare, imperfezioni dentali o a livello della mascella, colore del pelo o mantello imperfetti, segni di albinismo. Attribuito anche a quel soggetto poco appartenente alla razza per cui sua salute potrebbe essere minacciata o a quel cane che presenta difetti eliminatori in base lo standard.
NON GIUDICABILE à Attribuita a quel soggetto che non si muove, salta di continuo, cerca di lasciare il ring non lasciandosi giudicare nel movimento e portamento.  Non si fa giudicare dal giudice rendendo impossibile la valutazione della dentizione, anatomia struttura, testicoli e coda. Soggetti che presentano tracce di interventi chirurgici, anche se fatti per correggere condizioni originali del cane o le sue caratteristiche come le palpebre, la coda, le orecchie. Viene riportato sulla scheda la motivazione che porta a tal giudizio.
In base questa classifica vengono piazzati i primi 4 cani di ogni classe che abbiano almeno la qualifica di MB
CACIB à Certificato di Attitudine al Campionato Internazionale di Bellezza, certificato che attesta a livello internazionale che il soggetto possiede le caratteristiche e qualità tali da rispecchiare lo standard ideale della razza.
RISERVA DI CACIB  Stesso significato e valore tecnico del CACIB, assegnato a quel soggetto che ne ha le caratteristiche e qualità e segue immediatamente in graduatoria quello cui il CACIB è attribuito.
CAC à Certificato di Attitudine al Campionato è il certificato che attesta a livello nazionale che il soggetto cui viene assegnato possiede caratteristiche e qualità tali da rispecchiare lo standard ideale della razza.
RISERVA DI CAC  Stesso significato e valore tecnico del CAC, assegnato a quel soggetto che ne ha le caratteristiche e qualità e segue immediatamente in graduatoria quello cui il CAC è attribuito.

PREMI
B.O.B à Best Of Bread al miglior soggetto di razza
Nelle esposizioni nazionali, regionali e raduni viene scelto tra tutti i primi soggetti di ogni classe qualificati eccellenti.
Nelle esposizioni internazionali viene decretato tra i soggetti a cui è stato assegnato il CACIB e il miglior soggetto in classe giovani se qualificato eccellente.
B.O.G. à Best Of Group al migliore del raggruppamento
B.I.S. à Best In Show al migliore dello show, il miglior soggetto di tutta l’esposizione. Questo premio è assegnato tra tutti quei soggetti classificati al primo posto nei raggruppamenti.